Roberta Chiatti (Londra) – L’Italia batte l’Inghilterra e si aggiudica campione d’Europa. La nazionale di Mancini batte l’Inghilterra dopo i rigori 4-3 allo stadio di Wembley, a Londra.

La partita è stata molto intensa. A segnare al primo tempo sono stati gli inglesi grazie a Shaw, che ha segnato il suo primo gol definito dalla UEFA come il più veloce mai realizzato dal fischio d’inizio in una finale degli Europei (1’57”).

Non è stato semplice per l’Italia al primo tempo che ha sofferto ma si è ripresa registrando il possesso palla più alto nella storia della competizione. Poi ai 67′ segna Bonucci. Ai 120′ nessuno ancora aveva vinto, l’atmosfera era piuttosto tesa e i “penalties” sono stati inevitabili.

Con i rigori l’Italia  per 4-3 e vince l’Europeo per la seconda volta nella sua storia e realizza 13 gol in questo torneo, che risulta essere un record per gli Azzurri in una singola edizione tra Europei e Mondiali.
Con questa vittoria Roberto Mancini, è il quinto allenatore che vince un grande torneo internazionale con l’Italia, dopo Vittorio Pozzo (Mondiale 1934 e Mondiale 1938), Ferruccio Valcareggi (Europeo 1968), Enzo Bearzot (Mondiale 1982) e Marcello Lippi (Mondiale 2006). Mentre Bonucci diventa “l’eroe” italiano degli Europei e conquista il titolo di miglior difensore di questa edizione.