Roberta Chiatti (Londra) – Più di 50mila casi Covid registrati nelle ultime 24H in UK mentre il Paese è pronto rimuovere le restrizioni.

Un dato simile non si verificava dal 15 gennaio, quando il Regno Unito era in lockdown mentre oggi tutti sono liberi di scegliere se indossare o meno la mascherina.

Da lunedì 19 luglio le regole terminerà l’obbligo di distanziamento sociale e di indossare la mascherina, anche se diverse città, come Londra, hanno deciso di adottare le proprie regole salvaguardando la salute di tutti.

Il professor Chris Whitty ritiene che Boris Johnson debba ridimensionare il tutto il prima possibile o altrimenti nel giro di 5 o 7 settimane il Paese tornerà in lockdown. L’OMS intanto invita i Paesi alla cautela ed esorta a mantenere le restrizioni perchè nuove varianti sono in arrivo e non ci si può fidare solo su vaccini, in questi casi le restrizioni sono necessarie.

In Inghilterra, secondo gli ultimi dati, una persona su 95 ha il virus, rispetto a una su 160 della settimana precedente. In Scozia, si stima che una persona su 90 sia infetta, mentre in Irlanda del Nord è una su 290 e in Galles una su 360.

Si stima che poco più di 650.000 persone, o l’1% della popolazione nel Regno Unito, sarebbero risultate positive al coronavirus nella settimana fino al 10 luglio, rispetto alle 400.000 persone della settimana precedente.

Se le vaccinazioni continueranno inoltre a rallentare la Gran Bretagna sarà costretta a fare nuovamente un passo indietro.